Clinica Tre Torri - Tel. 024812559 | Via Tiziano 21 20145 Milano | E-mail: info@clinicaveterinariatretorri.it

Chemioterapia Veterinaria

La prima cosa da sapere è PERCHE’ si attua una chemioterapia: per permettere al tuo cane, o gatto, di vivere meglio e più a lungo.
I chemioterapici sono farmaci che aggrediscono le cellule tumorali e ne provocano la morte o ne arrestano la crescita.
La chemioterapia, nell’uomo, ha la brutta reputazione di avere odiosi effetti collaterali.
La chemioterapia che somministriamo ai nostri animali è meno aggressiva di quella che si usa nell’uomo e, quindi, anche gli effetti collaterali sono decisamente inferiori.
Vogliamo salvaguardare la qualità della vita dei nostri animali!
Ogni trattamento chemioterapico prevede una stretta collaborazione tra il proprietario e il veterinario oncologo. È anche molto importante che la somministrazione dei farmaci iniettabili sia affidata ad un oncologo veterinario, sia perché la gestione della terapia è complessa sia perché i farmaci antiblastici devono essere somministrati con cautela e da personale esperto. Le domande che più frequentemente i proprietari mi pongono, sono queste:

IL MIO CANE O GATTO STARA’ MALE?

Nella maggior parte dei casi, i cani e i gatti sottoposti a terapia oncologica presentano solo alcuni lievi effetti collaterali (inappetenza, apatia, vomito, diarrea, febbre, aumento della /maggior produzione di urine). Ogni animale è unico e diverso: è possibile che tra questi sintomi ne manifesti nessuno o solo alcuni.

E’ però importante che, nel caso in cui uno di questi sintomi si manifestasse, il veterinario oncologo sia subito informato, per alleviare il sintomo e per prendere la migliore decisione sulla terapia (riduzione di dose; eventuale prolungamento dell’intervallo di somministrazione; sostituzione del farmaco con un farmaco diverso; nei casi estremi, sospensione della terapia).
Sulla base del tipo di trattamento intrapreso, il veterinario oncologo consiglierà una visita clinica periodica, durante la quale verrà eseguito un prelievo di sangue e/o urine per permettere l’esecuzione di alcuni esami (emocromocitometrico, funzionalità epatica e/o renale, esame delle urine), per il corretto monitoraggio della terapia.
I sintomi che possono comparire possono essere:

  • inappetenza
  • apatia
  • vomito
  • diarrea
  • ematuria (urine con sangue)
  • aumento della sete/ aumento della frequenza di urinazione oppure maggior produzione di urine

PERDERA’ Il PELO?

la perdita del pelo negli animali in chemioterapia è un evento raro.
Al limite può capitare che perdano i.. baffi!
Gli unici cani realmente predisposti a problemi di mantello sono quelli con pelo a crescita continua (tipo barboncini).
Può manifestarsi, in questi casi, un diradamento del pelo o un cambio di colore del mantello (ad es che diventa più scuro).
L’effetto è generalmente reversibile, il pelo tende a ricrescere con la sospensione della terapia.

IL MIO ANIMALE STA MALE…PUO’ INIZIARE LA CHEMIOTERAPIA?

Nei pazienti sintomatici, ovvero che all’inizio della chemioterapia stanno male a causa della malattia oncologica (è frequente, ad esempio, se il tuo cane o gatto sono ammalati di linfoma), in genere nel giro di un paio di settimane si osserva un netto miglioramento delle condizioni: l’animale riprende a mangiare, è più vivace, prende peso progressivamente.
Questo perché in chemioterapia si assiste ad una remissione, parziale o totale, della malattia.
Altre volte la chemioterapia ha uno scopo preventivo (impedire metastasi) o palliativo (togliere il dolore).
Molto dipende dal tipo di tumore.

POSSO ACCAREZZARE E STARE VICINO AL MIO ANIMALE DURANTE LA TERAPIA?
Certo che si!
Però, i chemioterapici vengono eliminati in tracce nelle urine e nelle feci, quindi… durante il periodo in cui l’animale è sottoposto a terapia, le sue FECI, le sue URINE, il suo VOMITO, DEVONO essere puliti e maneggiati indossando i guanti (vanno bene i guanti di lattice monouso che si trovano al supermercato).
Detto questo.. il paziente oncologico è un malato come gli altri e uno dei pilastri della terapia oncologica veterinaria è aiutare il tuo animale a stare meglio, il più a lungo possibile.
Se la terapia prevede la somministrazione di chemioterapici per via orale, le compresse non vanno MAI spezzate e devono essere maneggiate con i guanti.
Qualora in casa vi fosse una donna incinta, un bambino o una persona immunodepressa, questo deve essere comunicato al veterinario.
Queste sono semplicemente note informative di tipo precauzionale.
Se necessario, ulteriori informazioni vi verranno fornite dal veterinario oncologo.

Alla Clinica Veterinaria Tre Torri lil servizio di oncologia veterinaria è affidato alla Dr.ssa Elisabetta Merlin

Vuoi fare una domanda alla Dott.ssa Elisabetta Merlin? Puoi mandarle una mail a questo indirizzo: merlin.elisabetta@gmail.com

Qual'è lo stato di salute del vostro amico a quattro zampe?
Richiedi una visita e scoprilo!