Clinica Tre Torri - Tel. 024812559 | Via Tiziano 21 20145 Milano | E-mail: info@clinicaveterinariatretorri.it

Diagnosi precoce di displasia nel cane

Cos’è la displasia?

Letteralmente “displasia” significa: alterazione della struttura morfologica di un organo.

In ortopedia spesso la displasia interessa una articolazione (anca, gomito, o entrambe).

Lo studio radiografico delle articolazioni permette di diagnosticare una patologia, se presente.

In particolare, lo studio radiografico delle anche indaga la conformazione di acetabolo (capo articolare del bacino) e di testa e collo del femore (capo articolare del femore).

Per quanto riguarda il gomito, in modo analogo, verifichiamo alcune specifiche porzioni dell’articolazione del gomito che in questo caso è composta da tre ossa, radio e ulna nella parte distale ( perché sta distante dalla testa) e l’omero, che è quindi definito prossimale.

Cos’è la diagnosi precoce di displasia?

Si tratta di uno studio radiografico che viene effettuato sui cuccioli per intercettare il prima possibile (medicina preventiva) un problema di displasia. La certificazione ufficiale di displasia, invece, viene effettuata in un cane che ha completato lo sviluppo scheletrico ed è finalizzata alla riproduzione del soggetto in esame. Lo sviluppo si considera terminato nella gran parte dei cani a 12 mesi di età; fanno eccezione alcune razze grandi o giganti, nelle quali lo sviluppo scheletrico termina a 15 o 18 mesi.

Quando si fa una diagnosi precoce?

La diagnosi precoce di displasia deve necessariamente essere fatta non più tardi del 4° mese di età del cucciolo. Sia perché le chirurgie correttive possono essere eseguite solo nei pazienti in accrescimento, e così nei casi dubbi resta il tempo per ricontrollare il paziente, sia perché alcune chirurgie sono possibili solo in una limitatissima finestra temporale (ad esempio l’intervento di sinfisiodesi pubica giovanile- JPS- può essere fatto solo entro il 5 mese di età).

A chi si possiamo consigliare una diagnosi precoce?

A TUTTI i cani di taglia medio/grande, di razza e non. Per quanto riguarda i cani di razza con pedigree, vorremmo ricordare che questo documento certifica solo la genealogia e NON LO STATO DI SALUTE DEL CUCCIOLO. Il pedigree viene rilasciato a tutti i cani iscritti ai libri genealogici, indipendentemente dal fatto che i genitori siano testati o meno per displasia di anca e gomito (o altre malattie genetiche). Se sul pedigree si trovassero delle informazioni sulla displasia (RIPETO NON E’ OBBLIGATORIO PER L’ALLEVATORE), si leggerebbero nella colonna di destra del pedigree, alla voce note. In codice potrebbero essere indicate le lettere R-S-T-U-V per l’anca e W-X-Y-Z per il gomito . E’ un codice di difficile comprensione per chi non è esperto…se avete bisogno…contattateci! Le lettere indicano in R grado A di displasia (esente) W grado E (gravissima) e di conseguenza la lettera W è pari al grado 0 per il gomito e la lettera z al grado 3.displasia_01

Ultimo ma non meno importante: ormai è un dato assodato in letteratura che anche i cuccioli di cane nati da genitori esenti displasia anca e gomito certificato hanno una possibilità del 10-15% a seconda degli studi di sviluppare una displasia medio grave.

Come si fa una diagnosi precoce?

Il primo step è una accurata visita clinica.

Prima di procedere con l’esecuzione dei radiogrammi, il cane viene sottoposto alla vista. Si valuta la morfologia del paziente, si raccolgono informazioni sul cane (atteggiamento in passeggiata e nel gioco), si testano manualmente le articolazioni al fine di riscontrare deficit di movimento (rom: range of motion), rumori articolari anomali o algia alla palpazione.

In ortopedia, qualunque sia il motivo, è sempre raccomandabile eseguire le indagini radiologiche in sedazione. In questo caso, a maggior ragione, è indispensabile effettuare lo studio in sedazione perché il posizionamento del soggetto deve essere perfetto e, a tal fine, il paziente deve essere in condizioni di rilassamento muscolare.

La sedazione permette, prima di iniziare l’esecuzione dei radiogrammi, di valutare displasia_02più approfonditamente le articolazioni (presenza e grado di sub lussazioni-segno di Ortolani).

Come detto, si tratta di uno studio radiografico, quindi tante radiografie della stessa articolazione, in posizioni diverse.

Nel dettaglio, per quanto riguarda l’articolazione coxo femorale, valutiamo 4 radiografie ventro dorsale standard/ ventro dorsale a rana/ ventro dorsale in distrazione/ dorso ventrale DAR).

Per il gomito, le proiezioni sono solo due ( medio laterale in posizione standard / antero posteriore supinata).

Di solito, cogliamo l’occasione per esaminare radiograficamente anche le spalle.

Solo per le ginocchia, attualmente, non si eseguono indagini preventive, poiché in letteratura non ci sono indicazioni in questo senso.displasia_03 Discorso a parte merita la lussazione rotulea nei cani di piccola taglia, la cui diagnosi di screening è però clinica e non radiografica.

Proiezione ventro dorsale standard:

nella proiezione ventro dorsale standard si valutano la congruenza delle teste femorali, i margini acetabolari, il collo femorale, e si possono misurare gli angoli di Norberg a destra e a sinistra. Nelle lastre preventive questo dato è di scarso significato prognostico mentre è fondamentale nelle lastre ufficiali.

la proiezione a rana permette di valutare in modo più preciso la congruità dell’articolazione coxo femorale.

La proiezione DAR valuta la copertura acetabolare dorsale.

displasia_04Ho lasciato per ultima la lastra che secondo il mio giudizio è la lastra che fornisce maggiori informazioni nella classificazione di una displasia precoce. Questa lastra viene chiamata ventro dorsale in distrazione. Viene effettuata mettendo un apposito strumento in mezzo alle cosce del soggetto che permette di allontanare le teste femorali dalla loro posizione naturale. Nell’immagine infatti si vede come i centri dei due cerchi non siano sovrapposti. Il valore che si ricava, permette di calcolare l’indice di distrazione dell’articolazione, con importanti informazioni prognostiche per l’ortopedico. In base a questo indice, possiamo prevedere se il cucciolo sarà o non sarà displasico e quindi se possiamo consigliare una chirurgia correttiva

 

Qual'è lo stato di salute del vostro amico a quattro zampe?
Richiedi una visita e scoprilo!